tutela ambiente montano

Cos'è la T.A.M.

La Commissione Tutela Ambiente Montano (TAM) è l’organo tecnico del Cai che porta avanti gli obblighi statutari in tema di ambiente.
Seguendo gli indirizzi generali indicati già nel primo articolo dello statuto e nei documenti programmatici, la Commissione, attraverso i suoi operatori nazionali e regionali, agisce in tre ambiti strategici:
  • L'educazione ambientale, ossia l'informazione tecnico-scientifica legata alla frequentazione della montagna e la promozione della conoscenza del mondo naturale e di quello antropico, degli organismi che vivono l'ambiente (uomo compreso) e il loro rapporto.
  • La sensibilizzazione, ossia l'informazione dei soci per un'autodisciplina nelle attività CAI e per la creazione di un movimento di idee per la conservazione del territorio alpino.
  • Il monitoraggio del territorio, ossia il controllo e la denuncia delle attività non congrue con la conservazione dell'ambiente e i conseguenti interventi in riferimento agli organi amministrativi e legislativi.

Il gruppo TAM della Sezione di Rovigo è composto da 6 titolati ORTAM (Operatori Regionali Tutela Ambiente Montano). In particolare del gruppo fanno parte Simone Papuzzi è il Presidente TAM del Triveneto e blogger di Spazi Verticali; Fabbri Lidia, che già nel 2017 ha organizzato molte attività come "Ad ogni pianta il suo nome", i due incontri "Le ossa della Terra" e l'uscita in collaborazione con Vivere l'Ambiente "La foresta secolare di Campigna"; Elisa Rovatti accompagnatrice del CAI di Ferrara collabora con la nostra Sezione nelle stesse attività di Lidia; e, non da ultimo, Enrico Ghirardi: da una sua idea è nato il Progetto Convivenza Grandi Carnivori che si impegna a dare un aiuto concreto agli allevatori della Lessinia proteggendo il bestiame dagli attacchi dei lupi. Simone e Lidia hanno contribuito all'organizzazione della rassegna di cinema e cultura di montagna "Rovigo Svetta" che si è tenuta ad ottobre e ogni anno si ripete rinnovata.

Per entrare a far parte del gruppo TAM è necessario essere titolati, mentre il Progetto convivenza Grandi Carnivori è aperto a tutti.


Progetto convivenza grandi carnivori

Parte il Progetto Convivenza Grandi Carnivori di cui è referente il nostro socio Enrico Ghirardi.

Il Club Alpino Italiano, attraverso CAI VENETO e con il supporto e sostegno del GRUPPO GRANDI CARNIVORI, collaborerà, SULLA BASE DI UNA CONVENZIONE CON LA REGIONE DEL VENETO per contribuire, attraverso il volontariato dei propri soci, alla messa in opera di misure di prevenzione dagli attacchi dei grandi carnivori al bestiame domestico che la Regione stessa fornirà nel corso del 2017, nell’ambito dei progetti LIFE Wolfalps e LIFE Dinalp Bear, nei territori regionali interessati dalla presenza del lupo e dell’orso, e in particolare in Lessinia, Altopiano di Asiago e Monte Grappa.

Per informazioni contattare operativivenetocaipredatori@gmail.com

Per candidarsi https://goo.gl/forms/OE0GLMKSWezguDzn2


Scarica il bando


Progetto Convivenza grandi Carnivori:
ENRICO GHIRARDI COMMENTA L'OBIETTIVO RAGGIUNTO

Rovigo, 10 agosto 2017. "Finalmente, come Gruppo Grandi Carnivori CAI Veneto Comitato Scientifico e TAM, siamo riusciti a concludere il nostro lavoro con la Regione per poter aiutare gli allevatori ed i pastori del Veneto nella prevenzione da attacchi al bestiame domestico da parte di lupo ed orso. Non è stato semplice e arriviamo molto lunghi per la stagione, ma noi ce l'abbiamo messa tutta. È da ottobre 2016 che ci stiamo dietro.

Faremo quello che è possibile in vista anche della prossima stagione dove saremo operativi da subito."

Leggi il comunicato stampa "Lupi: Protocollo Regione-CAI per installazione e manutenzione recinti e opere antipredatorie"